La storia - castaldo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Castaldo SpA
> La storia

La Castaldo S.p.A. nasce nel mezzo di quella che è stata denominata la seconda rivoluzione industriale, quando l’Italia, come del resto i principali paesi europei tra XIX e XX secolo, compie notevoli passi in avanti sotto l’aspetto infrastrutturale e tecnologico.
Da tre generazioni la famiglia Castaldo opera nella realizzazione di strutture per la costruzione di gallerie, dapprima con i marciavanti di pioppo - la galleria di collegamento Fuorigrotta Mergellina (NA) ne è un esempio, e successivamente, nel dopoguerra con l’introduzione dell’acciaio nel settore, estende la produzione introducendo centine metalliche.

La storia dell’azienda è ricca di importanti opere come l’Alta Velocità nelle tratte Napoli-Roma, Firenze-Bologna, Milano-Genova, le pile per il viadotto sulla A1 attraversamento del Reno a Sasso Marconi (BO), le metropolitane di Milano, Roma e Catania, i tratti autostradali A3 Salerno - Reggio Calabria, la Messina Palermo, l’Autostrada dei Fiori, l’A14 Bologna – Taranto, la Roma-Pescara, la Roma-Teramo, il C.N.R del Gran Sasso, il nuovo centro stampa del Messaggero, il pontile Snav di Milazzo, le strutture metalliche per la nuova sede di Finmatica di Salerno, gli impalcati sulla S.S. 18, sulla diga dell’Esaro (CS), sul fiume Calore (BN), sul fiume Brenta (PD), oltre a tangenziali, dighe e acquedotti che sono soltanto alcune tra le prestigiose commesse eseguite dalla Castaldo S.p.A.
A queste grandi opere vanno aggiunti tutti i lavori di costruzione di edifici civili, capannoni, hangar, strutture industriali che hanno forgiato, è il caso di dirlo, l’azienda, rendendola in grado di offrire soluzioni d’avanguardia a tutte le richieste del cliente.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu